NOSTRI VIAGGI ACCOMPAGNATI

Ciociaria, Ischia e Capri

CIOCIARIA, ISCHIA E CAPRI
16-28 AGOSTO 2022

 
                           

           
1° giorno: 16/08/22- Lissone /Terni
Di buon mattino partenza in bus. Arrivo per pranzo a Terni, al termine visita dell’impetuosa e superba la Cascata delle Marmore, tra le più alte d'Europa con un dislivello complessivo di 165 metri, suddiviso in tre salti, è stata ammirata e cantata da molti pittori e poeti, basti pensare a Plinio, a Cicerone, Galileo a Turner. Fu l'ingegnoso intervento idraulico del console romano Curio Dentato, nel 271 a.C. a portare alla creazione di questa suggestiva opera, attraverso la raccolta delle acque del Fiume Velino che ristagnavano nella Sabina. Oltre ad ammirare questo spettacolo della natura, sarà possibile fare alcuni dei sentieri nel Parco per poter ammirare i vari punti della cascata.  Proseguimento per Cassino. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
 
2° giorno: 17/08/22 Abbazia di Casamari – Isola del Liri - Arpino
Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e visita dell’abbazia di Casamari, patria del console romano Caio Mario, celebre condottiero, nemico di Silla. Il monastero, gioiello dell’arte cistercense nel Lazio ed importante centro religioso, fu costruito nel 1203 e consacrato nel 1217. All’interno dell’abbazia si potranno ammirare: il chiostro con colonnine binate e capitelli a crochet dalle forme più svariate; l’aula capitolare, considerata una delle più belle d’Europa; il refettorio, antico dispensarium del XIII secolo; la chiesa con il suo grandioso portico; la biblioteca in cui si custodiscono più di 70.000 volumi sistemati nei locali un tempo occupati dal mulino e dal frantoio. A seguire, trasferimento nel centro storico di Isola del Liri, in cui sarà possibile ammirare l’imponente cascata alta 30 m circa, l’unica in Europa al centro di una città.
Pranzo in ristorante con menù tipico.
Nel pomeriggio, visita del centro storico di Arpino, città natale del celebre oratore Marco Tullio Cicerone. Ammireremo la Piazza del Municipio, raffinato salotto del Settecento, con la Chiesa di San Michele Arcangelo, il Palazzo Boncompagni e lo storico Liceo Tulliano, voluto dal re di Napoli Gioacchino Murat. A seguire, trasferimento in pullman fino all’acropoli preromana di Civitavecchia, con la caratteristica porta d’accesso ad arco a sesto acuto, unica al mondo ancora visibile.
Al termine, rientro in hotel per cena e pernottamento.
  
 
3° giorno: 18/08/22 Gaeta – Sperlonga – Riviera dei Ciclopi
Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e visita del Santuario della SS. Trinità a Gaeta, con la Montagna Spaccata, le stazioni della Via Crucis, la Cappella del Crocifisso, la c.d. “Mano del Turco”, il letto di S. Filippo Neri e la Grotta del Turco.  A seguire breve passeggiata nel borgo medievale di Gaeta, attraverso le antiche porte, per ammirare il Duomo di S. Erasmo con il campanile arabo-normanno, la piccola chiesa di S. Giovanni a mare, il Castello angioino-aragonese e il Santuario dell’Annunziata, con la Cappella dell’Immacolata Concezione detta “Grotta d’oro” e la Ruota degli Esposti.
Possibilità di degustazione della tipica “tiella di Gaeta”, presso un antico forno nel centro storico.
Pranzo in ristorante con menù di pesce.
Nel pomeriggio, trasferimento a Sperlonga per la visita della Villa dell’imperatore Tiberio che si estendeva per oltre 300 m e comprendeva anche un impianto termale e una peschiera, riservata all’itticoltura. La visita proseguirà nell’annesso Museo Archeologico Nazionale, in cui sono esposti gli splendidi gruppi scultorei che decoravano la grotta-triclinio, in cui l’imperatore amava intrattenersi con i suoi ospiti. A seguire, passeggiata nel centro storico di Sperlonga, caratteristico borgo marino dal tipico impianto mediterraneo, con bianchi vicoli, ripide scalette in pietra e incantevoli scorci sul mare sottostante. Al termine, rientro in hotel per la cena e il pernottamento.
 
4° giorno: 19/08/22 Anagni – Fumone 
Prima colazione in hotel e partenza per la visita di Anagni, città dello Schiaffo. La cittadina medioevale adagiata su uno dei rilievi collinari che si affacciano alla Valle del Sacco, è famosa per aver dato i natali a quattro pontefici. Monumento principale della città è la superba cattedrale di Santa Maria, con la sua preziosa cripta affrescata con storie veterotestamentarie nel corso del XIII secolo. La visita proseguirà al Palazzo di Bonifacio VIII teatro del celebre “schiaffo di Anagni”, insulto perpetrato al Papa da Guglielmo di Nogaret e Sciarra Colonna. Passeggiando lungo il corso cittadino, si ammireranno le facciate di celebri monumenti come il Palazzo Comunale.
Pranzo in un ristorante o agriturismo.
Nel pomeriggio trasferimento a Fumone. Si tratta di una città dalle origini addirittura leggendarie (pare sia stata fondata dal Dio Saturno dopo la cacciata dall'Olimpo), che comunque ha mantenuto un legame fortissimo con la religione e la spiritualità: sede di una forte comunità cristiana già al tempo dei Romani, Ferentino col passare dei secoli ha ospitato numerosi luoghi di culto appartenenti ai più disparati ordini, che oggi rappresentano un patrimonio artistico con pochi eguali. Il più noto e rappresentativo è con ogni probabilità il Duomo di Ferentino, ovvero la Cattedrale dei Santi Giovanni e Paolo, attuale concattedrale della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino. Una chiesa che nasce nel cuore dell'acropoli cittadina, sui resti di un antico tempio romano: la sua ristrutturazione è datata 1108 ed è nota per la sua facciata con tre porte architravate sormontate da lunette; notevole anche l'altare maggiore, protetto da un ciborio del 1200 di Drudo Da Trivio.
La Chiesa Abbaziale di Santa Maria Maggiore, semplicemente uno dei monumenti più insigni di tutto il Lazio meridionale, essendo una delle prime chiese della zona costruite in stile gotico cistercense. Pare sia stata edificata durante la seconda metà del XIII secolo, sebbene i monaci cistercensi fossero attivi a Ferentino già dal 1135. Parlando invece di architettura militare non è possibile non citare innanzitutto le mura che racchiudono il centro storico di Ferentino: sembrano risalire addirittura al IV secolo avanti Cristo e per la loro grandezza sono chiamate "ciclopiche", oltre a distinguersi per i rifacimenti in opera quadrata che le distinguono dalla stragrande maggioranza delle mura poligonali dei paesi circostanti. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
 
5° giorno: 20/08/22 Abbazia di Montecassino – Grotte di Pastena
Prima colazione in hotel. Partenza per la visita guidata dell’Abbazia di Montecassino, culla del monachesimo occidentale, fondata da San Benedetto nel 529 sui resti di un santuario pagano. Rasa al suolo dai bombardamenti alleati del 1944, fu completamente ricostruita e oggi al suo interno si possono ammirare la Basilica, i Chiostri e la Loggia del Paradiso, da cui si gode di una splendida vista sulla valle del Liri. A seguire, visita della Rocca Janula, del Sacrario Militare del Commonwealth, che ospita le spoglie di oltre quattromila soldati delle truppe alleate, caduti durante i sanguinosi combattimenti della Battaglia di Montecassino
Dopo il pranzo trasferimento a Pastena. Il passato è anche costume, folklore, tradizioni popolari, cultura e, quindi, testimonianza del modo di vivere degli uomini, dei loro prodotti, simbolici, materiali, ideali. E' questo passato che il Museo della Civiltà Contadina e dell'Ulivo vuole narrare e ricordare a quanti lo visiteranno. Il museo, ubicato nei seminterrati della casa comunale in un palazzo dell'ottocento, è stato inaugurato ed aperto al pubblico nel 1994. Vero e proprio gioiello della tradizione popolare, è costituito da una lunga serie di sale, ben 13, ognuna delle quali rappresenta uno spaccato della vita contadina che nel corso dei secoli ha caratterizzato la zona: la "Sala Frantoio", la "Sala dei Mestieri", la "Sala da Letto", la "Sala Lavorazione del Grano".  Gli oggetti esposti sono di proprietà dei cittadini che hanno contribuito all'allestimento del museo con amore e dedizione.
Le visite sono guidate. Le stupende Grotte di Pastena vanno sicuramente annoverate tra le risorse naturali più significative della Provincia di Frosinone. Scoperte nel 1926 dal Circolo Speleologico Romano, sono collocate all'interno della Catena dei Monti Ausoni. Sono il magico risultato di un lavoro lento e incessante che la natura, o meglio, le acque hanno saputo compiere sulle rocce. Uno spettacolo meraviglioso ed affascinante! Per valorizzare il Paese e le sue fantastiche grotte, niente viene lasciato al caso, una programmazione turistica mirata ed efficace, con tutta una serie d'interventi, di iniziative, di eventi, tutti finalizzati a fare di Pastena un centro di richiamo turistico di notevole valore. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

6° giorno: 21/08/22 Cassino- Ischia
Dopo la prima colazione partenza per Pozzuoli, traghetto e trasferimento in hotel. Pranzo e pomeriggio a disposizione. Cena e pernottamento in hotel.
 
7° giorno: 22/08/22  Ischia
Pensione completa in hotel, giornata a disposizione per attività balneari o delle piscine termali dell’hotel.
 
8° giorno: 23/08/22 Ischia
Pensione completa giro alla scoperta dell’isola “Verde” così soprannominata per la fertilità dei suoi terreni e per la sua rigogliosa vegetazione. Imbarco per Ischia, l’isola più grande del golfo di Napoli. Rinomatissima per le terme, ricercata per il suo clima mite, è famosa per la qualità delle acque e per gli scenari che fanno da sfondo. 29 bacini fra stabilimenti e parchi termali, centinaia di sorgenti e fumarole. La visita inizia da Ischia porto, uno dei 7 comuni dell’isola con passeggiata per il centro tra i mille colori e profumi che incantano il visitatore. Proseguimento per le altre visite: Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana- Sant’Angelo e Barano-Spiaggia dei Maronti. Le cose più importanti da visitare: il Castello Aragonese a Ischia, i Giardini termali di Ischia, la Baia di Sorgeto a Ischia, la chiesa del Soccorso a Forio d’Ischia, il borgo di Sant’Angelo a Ischia, la Sorgente di Nitrodi a Ischia
Rientro in hotel.  

9° giorno: 24/08/22 Ischia
Pensione completa in hotel, giornata a disposizione per attività balneari o delle piscine termali dell’hotel.

10° giorno: 25/08/22   Ischia - Procida
Pensione completa imbarco sul l’aliscafo e partenza per la piccola Isola di Procida. Arrivo a Procida, tra Ischia e la costa partenopea, è la meno mondana delle isole del Golfo di Napoli. Mare cristallino, costa variegata, calda ospitalità della sua gente ne fanno lo scenario ideale per un soggiorno balneare e naturalistico, con tutta la sua atmosfera tipicamente mediterranea. Un luogo, qui a Procida, che ne fa un po’ il simbolo è il borgo marinaro più antico dell’isola, Marina Corricella, secentesco, disposto ad anfiteatro sul mare, con le sue case colorate e un’architettura particolare, un’incredibile teoria di cupole, logge, gradinate, archi, scale, che le donano un’atmosfera tranquilla e romantica, il primo approccio è Marina Grande, il principale porto con la sua aria da tipico villaggio di pescatori e i suoi edifici, come Palazzo Montefusco o Merlato perché dotato di una caratteristica merlatura. Qui c’è pure una bella chiesa barocca, Santa Maria della Pietà, con il suo particolare campanile con l’orologio a quattro quadranti. vicino al cimitero, si giunge alla spiaggia del Pozzo Vecchio, ormai detta del Postino, poiché è qui che nell’omonimo film i due protagonisti si innamorano. La spiaggia della Lingua è piccola e dall’aspetto più selvaggio rispetto alle altre, tutta di ciottoli e dai fondali al rientro in aliscafo e rientro ad Ischia.

11° giorno: 26/08/22 Ischia
Pensione completa in hotel, giornata a disposizione per attività balneari o delle piscine termali dell’hotel
 
12° giorno: 27/08/22 Ischia - Capri
Prima colazione e trasferimento al Porto. Partenza con il traghetto per arrivare a Capri. L’isola è famosa per la sua bellezza, il suo clima mite e la varietà della sua vegetazione rigogliosa. Con il minibus, andremo ad Anacapri, dove visiteremo la Villa San Michele, costruita alla fine del secolo scorso dal medico svedese Axel Munthe, il cui giardino offre una splendida vista di Capri, Marina Grande, il Monte Tiberio. Dopo aver assaggiato il tipico Limoncello di Capri ci si sposterà in Piazzetta e verso i Giardini di Augusto per l’immancabile foto ricordo con i Faraglioni. Durante il tour pranzo in ristorante. Nel tardo pomeriggio imbarco e partenza per il Porto di partenza. Rientro in hotel, cena e pernottamento,
 
13° giorno: 28/08/22 Ischia - Lissone
Partenza in bus per il rientro a Lissone.
 
 
Quota di partecipazione…………€2585