Alla scoperta di Verona, la città dell’amore

Un viaggio all’insegna della storia e della cultura

Nota al mondo per essere la culla del grande amore tra Romeo e Giulietta raccontato da Shakespeare, Verona è conosciuta anche come la piccola Roma per la sua importanza ai tempi dell’Impero Romano. Simbolo indiscusso è l’Arena, bacino di eventi culturali e di concerti, ma la città vanta anche di molteplici attrazioni storiche e culturali che la rendono meta perfetta per un weekend fuori porta. Partiamo insieme alla ricerca dei luoghi meno popolari della città.
 

POZZO DELL’AMORE

A pochi passi da Piazza delle Erbe troviamo, in un piccolo e romantico angolo della città, il Pozzo dell’Amore. Ad esso la tradizione lega il triste epilogo di una storia d’amore che vede protagonisti Corrado e Isabella, due giovani vissuti sotto il Sacro Romano Impero tra il 1509 e il 1519.

 

ARCO DELLA COSTA

Sempre in Piazza delle Erbe, la più antica di Verona, si trova un “osso di balena” esattamente sotto l’arco che porta verso Piazza dei Signori. Sulla sua origine ci sono diverse credenze: per alcuni è l’osso di una balena, per altri l’osso di un preistorico ittiosauro, per altri ancora la costola del demonio. L’ ipotesi più accreditata è che sia stata l’insegna di una Farmacia del medioevo. Secondo la leggenda, la costola cadrà quando vi passerà sotto una persona giusta e pura di cuore.

 

VIA SOTTORIVA

Una delle vie più caratteristiche di Verona è via Sottoriva, una delle strade che meglio hanno conservato l’aspetto della Verona antica. La via prende il nome dalla sua posizione; infatti si trova di fianco alla riva del fiume. La strada è fiancheggiata da un lato, per tutta la sua lunghezza, da un basso e cupo porticato che le conferisce un aspetto medievale.
 

GIARDINO GIUSTI

Uno dei luoghi meno turistici è Giardino Giusti, un giardino all’italiana tipico del cinquecento che si trova nel quartiere Veronetta, a sinistra dell’Adige. Un'oasi di verde in cui sono visibili collezioni di fiori, grotte, reperti romani, un labirinto di siepi e padiglioni da cui si gode di una splendida vista sulla città.

 

SANTUARIO MADONNA DI LOURES

Sul colle Belvedere in una posizione molto suggestiva si trova un santuario dedicato alla Madonna di Louders. Costruito nel 1908 e inaugurato nel 1909 questo luogo ha visto diverse vicende causate da guerre e rinascite. Oggi è un luogo di pace e serenità perfetto per pregare o semplicemente contemplare il panorama.